Trulli Meravigliosi

Hai visto le foto dei trulli, le case dal tetto conico di Alberobello, in Puglia? Non lo sapevo nulla fino a pochi anni fa, quando ho visto una loro foto online. Dopo aver letto una storia sui trulli, ho capito che dovevo vederli di persona. Una volta ho cercato di alloggiare nei trulli, ma non l’ho fatto perché Alberobello non era vicino a dove dovevo essere. Tuttavia, ho insistito che ci prendessimo un giorno per andare ad Alberobello.

Quando siamo stati a Bari, abbiamo viaggiato per treno ovest per Alberobello. Durante il viaggio abbiamo visto i trulli sparsi per i campi. Era incantevole. Niente mi ha preparato per Alberobello, però.

Trulli
Alberobello

Ci sono più di 1.000 trulli ad Alberobello e molti di questi ospitano negozi di souvenir, caffè e case vacanze. Mentre la maggior parte della piccola città ha quelli che consideriamo edifici “normali”, con i trulli che punteggiano le strade, ci sono due quartieri che ospitano la maggior parte dei trulli: Rione Monti e Rione Aia Piccola.

Passeggia per le strade strette e tortuose del Rione Monti e troverai bar, caffè, ristoranti, negozi, B&B e altro ancora. Le principali attrazioni, ovviamente, sono i trulli stessi. Sperando in una vendita, i proprietari del negozio ti inviteranno a guardarti intorno.

Molti dei trulli si definiscono musei, ma sono per lo più negozi. Il museo principale della città è il Museo del Territorio. Più di 10 trulli si uniscono per esporre le antiche attrezzature agricole e edilizie, e ci sono anche stanze arredate in stile d’epoca.

Il Rione Aia Piccola, la zona residenziale, è tranquillo e ospita i residenti che ancora chiamano casa i trulli. L’interno rotondo ha nicchie per mobili, caminetti, ripostigli e altro. Alcuni dei trulli sono costituiti da più coni, e quelli hanno facciate e tetti doppi o tripli, pochissime finestre e un basso focolare.

Trulli

I trulli più antichi risalgono al 14° secolo, anche se gli scavi archeologici hanno prodotto resti di trulli che risalgono al tempo prima di Cristo. Originariamente concepiti come abitazioni, rifugi o capannoni di stoccaggio, i trulli sono rotondi e hanno il tetto conico. I costruttori realizzarono i trulli in pietra calcarea (abbondante nella zona) e non usarono malta per consentire ai proprietari di smantellare rapidamente i trulli per eludere le tasse dei proprietari terrieri e/o dei reali. (È interessante notare che i muri/recinzioni in mattoni costruiti nello stesso modo fiancheggiano i pascoli e i campi della zona).

Trulli
Street in Rione Monti

Le pareti dei trulli sono molto spesse e ci sono poche finestre, entrambi i design sono fondamentali per mantenere i trulli caldi d’inverno e freschi d’estate. Oggi, l’interno e l’esterno della maggior parte dei trulli hanno un rivestimento di intonaco e/o calce.

Trulli deriva dalla parola greca thólos, che significa cupola. I pomelli e le decorazioni che coronano la sommità di ogni trullo sono la “firma” del costruttore. Puoi vedere alcune manopole diverse sui trulli sopra.


Potresti anche divertirti a leggere …

Scopri Pitigliano, un altro tesoro toscano

Avatar
Chris Cutler

Travel Editor

Christine Cutler is a writer, photographer, editor, guide, teacher, traveler, Ohio native, Florida resident, and world citizen. She lives in Downtown St. Petersburg with her husband and crazy Welsh Terrier, but she can’t sit still very long. In addition to maintaining her own websites Cold Pasta and Red Wine and Christine Cutler, she is executive editor of Food, Wine, Travel Magazine; a travel, non-fiction, and memoir writer; a photographer; and an editor whose work has appeared in various publications. In addition, she has taught Spanish, English, and memoir, grammar, and business writing. A dual Italian-American citizen, she spends as much time as she can exploring Italy.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Build your authentic life in Italy! Live in Italy Magazine is an experiential lifestyle news site dedicated to anyone who has or will make Italy their home away from home. Read stories from expats and Italians.

We feature in-depth articles and interviews covering:

We are committed to creating great content. Please consider becoming a Sponsor by donating on Patreon

Thank you for your support!

Our Contributors:

Lisa Morales, Editor-in-Chief (Miami)
Christine Cutler, Travel Editor (St. Petersburg, FL)
Lorenzo Diamantini, Contributing Food Editor (Gubbio)
Matteo Zanni, Contributing Wine Editor (Emilia Romagna)
Adriana Suarez, Top 8 and Calendar Editor (Miami)
Maximillian Payne, Contributing Editor (London, UK)
Bel Woodhouse, Contributing Editor (Mexico)
Giulia Marchetti, Contributing Editor (Viterbo)
Karen La Rosa, Contributing Editor (New York)
Angie Kordic, Visual Arts Contributing Editor (Stockholm)

Al Esper Graphic Design: Digital Edition Art Director
SQLHardhat: Aaron Morales, Website Design and SEO
Visual Popcorn: John Craven, Video Editor

Sales: sales@liveinitalymag.com

Submit Your Press Release: lisa @ liveinitalymag.com

Guest Contributors:

Guest Contributor applicants should have a good understanding of WordPress. Email links to recent articles along with your social media handles to: lisa @ liveinitalymag.com.